Sicurezza nella Qualità

NEWS

LA NEWS DEL MERCOLEDI

PILLOLE DI ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

Scarica qui il pdf dell'articolo:

Lo conosci il detto:

"UN POSTO PER OGNI COSA E OGNI COSA AL SUO POSTO"?

 

Questo detto deriva dal fatto che esiste un METODO DI GESTIONE snello, a basso investimento e ad alto impatto in grado di creare uno spazio di lavoro più organizzato e produttivo.

Sembra incredibile, ma applicando abitualmente alcuni semplici consigli, molte aziende hanno migliorato il benessere dei dipendenti e reso i processi di lavoro più efficienti e produttivi.

Tale metodo viene definito 5S ed è stato originariamente sviluppato dal direttore di produzione giapponese Taiichi Ōnoper della casa automobilistica Toyota. A metà del secolo scorso la Toyota era arrivata a un bivio a causa della mancanza di risorse; in seguito, come è ormai risaputo, nonostante le condizioni difficili è riuscita a celebrare grandi successi grazie proprio al metodo 5S.

Da allora, il concetto 5S è salito alla ribalta in tutto il mondo, e anche se molti imprenditori non lavorano consapevolmente con il 5S, perseguono comunque l'obiettivo di un ambiente di lavoro efficiente e spesso, inconsapevolmente, applicano l'una o l'altra regola di questo metodo di gestione.

MA IN COSA CONSISTE IL METODO DELLE 5S?

Scopriamolo subito.

Esso si può RIASSUMERE in 5 semplici step:

1.    SEPARARE = elimina ciò che non è necessario.

2.    SISTEMARE = organizza e sistema ciò che rimane dopo la separazione

3.    SPLENDERE= pulisci e ispeziona l'area di lavoro.

4.    STANDARDIZZARE = definire degli standard per l’intero metodo delle 5S.

  1. SOSTENERE = applica costantemente gli standard del metodo delle 5S.

Ricordati però che ciascun step è di fondamentale importanza per il raggiungimento dell’obiettivo organizzativo dell’Azienda. Se applicati separatamente o addirittura solo saltuariamente non riuscirai raggiungere i risultati sperati, anzi potresti rischiare di sprecare ulteriore tempo.

Comunque, per farti comprendere la semplicità del metodo, ti porto QUALCHE ESEMPIO.

1.  Per il primo step (SEPARARE) un esempio di applicazione potrebbe essere la suddivisione dei materiali in relazione alle necessità. Così facendo si darà il via ad un’area di lavoro organizzata.

2.  Per quanto riguarda la fase di SISTEMARE si potrebbe implementare etichettando o suddividendo in contenitori i diversi materiali. In questo modo ciascun articolo sarà individuabile molto più facilmente.

3.  Terzo step, attraverso la pulizia dell’area di lavoro, sarà più semplice individuare malfunzionamenti o rotture dei macchinari presenti prima che interferiscano con la produzione.

4.  STANDARDIZZARE è il ponte di collegamento tra i tre passaggi visti in precedenza e l’ultimo. Questo step trasforma le singole azioni individuate dal 5S in un METODO delle 5S vero e proprio. In altre parole, si passa da un progetto unico dedicato alla situazione specifica a un insieme replicabile di attività da utilizzare abitualmente in situazioni simili in contesti ed ambienti diversi. Un modo per implementare questa azione può essere la creazione di specifici “kit” che contengono i materiali necessari per svolgere un compito specifico.

5.L’ultimo step, definito dal SOSTENERE è sicuramente il primo per importanza. Infatti, se applicato correttamente è in grado di trasformare le buone intenzioni e le buone abitudini previste per un unico progetto dedicato alla situazione specifica, a un insieme riproducibile di attività applicabile a tutti gli ambienti e a tutti settori. Questo perché il SOSTEGNO questo prevede l’attuazione continua del METODO 5S attraverso la creazione di un programma ben pianificato, la definizione di istruzioni operative, la necessità di una supervisione da parte dei responsabili finché non si arriva alla fase di adattamento al nuovo metodo di lavoro.

Ti ricordo che applicare questo semplice METODO alla tua organizzazione porta immediatamente dei grandi vantaggi in questi ambiti:

·         Sicurezza: l’applicazione delle 5S rende il posto di lavoro più sicuro per chi ci lavora;

·         Ergonomia: la disposizione di attrezzature e materiale risulta migliore e quindi migliori risultati standardizzati;

·         Qualità: migliorando il processo conseguentemente migliora il prodotto finale;

·         Risorse: si favorisce la comunicazione e quindi il coinvolgimento delle persone e conseguentemente la loro produttività aumenta;

·         Spazio: si riduce lo spazio necessario, perché come sai, tanta disorganizzazione necessita anche di tanto spazio da occupare.

Ora che hai compreso l’importanza del MEDOTO 5S hai due strade da poter percorrere:

STRADA N°1.

Segui la via Fai da te. Leggi o fai leggere ad uno dei tuoi collaboratori o manager questo articolo o altri post nel web che parlano dall’argomento o dedichi giornate per dare una scorsa ad un libro sulle 5S e poi ti inventi come calarlo nella tua realtà. Si tratta di una strada certamente fattibile ma naturalmente molto più faticosa e costosa ed inoltre non ti assicura di ottenere risultati tangibili.

 

Oppure

 

STRADA N°2.

Ti affidi a chi, come noi, ha l’obiettivo di aiutare le PMI ad ottimizzare i costi, a riorganizzare i reparti aziendali, a trovare vie di innovazione fattibili e a misura delle esigenze di una PMI. Con la garanzia di ottenere un risultato positivo.

 

Se desideri approfondire ulteriormente l’argomento o hai delle domande specifiche scrivici il tuo indirizzo mail al seguente link:

https://www.sistemi-iso.it/contatti/invia-richiesta.html

Ogni mercoledì pubblichiamo un articolo contenente elementi di valore per migliorare l’organizzazione della tua Azienda, non perderti questo appuntamento fisso:

seguici su  e o iscriviti alla nostra newsletter:

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

Intanto ti auguro buon lavoro.

Alessandro

Scarica qui il pdf dell'articolo:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
Prev Next

Cerca nel sito