Sicurezza nella Qualità

NEWS

Sei ancora in tempo per beneficiare dell’Iperammortamento, l’agevolazione per lo sviluppo delle imprese in chiave Industria 4.0

Hai tempo fino al 31 dicembre per usufruire dell’agevolazione dell’Iperammortamento: la grande opportunità per tutti gli Imprenditori che intendono modernizzare la propria Azienda dal punto di vista tecnologico e digitale seguendo il modello dell’Industria 4.0.

   perizia4.0_iperammortamento_brescia_bergamo

 

L’Iperammortamento è una delle agevolazioni prorogate dalla Legge di bilancio 2019, al fine di favorire le aziende ad acquistare nuovi beni, e consiste nella maggiorazione del costo di acquisto di beni materiali strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle imprese secondo il modello Industria 4.0.

 

Il beneficio fiscale per gli investimenti in beni strumentali è applicato agli investimenti effettuati entro:

- Il 31/12/2019;

- Il 31/12/2020 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2019 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Al fine di favorire le Piccole e Medie Imprese, la maggiorazione del costo di acquisizione degli investimenti si applicherà con le diverse misure indicate nella seguente tabella:

 

Aliquota              Importo investito

270%                     fino a 2,5 milioni di €

200%                     compresi tra 2,5 e 10 milioni di €

150%                     compresi tra 10 e 20 milioni di €

0%                         sulla parte di investimento eccedente il limite di 20 milioni di €

 

L’Iperammortamento si applica a beni (acquistati anche in leasing) dei seguenti tipi:

- Beni materiali (macchine, attrezzature, ecc.) elencati in allegato A della legge;

- Beni immateriali (licenze, software, sistemi) elencati in allegato B della legge, indispensabili per fare funzionare i beni materiali in allegato A.

 

I beni immateriali, non indispensabili e non connessi a beni in allegato A, possono godere di un ammortamento massimo totale del 140%.

 

I beni in oggetto devono possedere determinate caratteristiche tecnologiche e digitali tali da soddisfare potenzialmente i 5+2 requisiti che la disciplina agevolativa richiede, tra cui:

- Essere nuovi;

- Appartenere all'allegato A o all'allegato B della Legge di Bilancio;

- Essere interconnessi ai sistemi informatici di fabbrica;

- Essere integrati con il sistema logistico della fabbrica.

 

A dimostrazione della presenza di tutti i requisiti previsti per legge, in caso di investimento con valore superiore a 500.000€ per la fruizione dell'agevolazione si deve fornire obbligatoriamente la perizia tecnica giurata rilasciata da parte di un tecnico abilitato. E' comunque sempre consigliato dall'Agenzia delle Entrate stilare la perizia tecnica giurata anche per i beni di valore inferiore.

 

Active Engineering offre alle Aziende che intendano investire in chiave 4.0:

- una consulenza mirata,

- la redazione della perizia tecnica giurata,

- la stesura della relazione tecnica a evidenza del soddisfacimento dei requisiti obbligatori.

 

 

Contattaci senza impegno per saperne di più.

 

 

 

Active Engineering di Ing. Alessandro Bonamano

 

 

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

030 0994172

 

www.sistemi-iso.it

METODO ACTIVE: Sistema di Gestione della Qualità

METODO ACTIVE

Benefici del nostro Sistema Qualità

iso_9001_consulenza_aziendale_palazzolo 

 

Active Engineering affianca le Aziende nella realizzazione di piani di miglioramento della LORO Organizzazione interna. Con la nostra consulenza, implementiamo il Metodo Active in grado di gestire efficacemente i processi aziendali, in un percorso volto allo sviluppo aziendale seguendo la via maestra dettata dal miglioramento continuo perché chi non migliora è destinato a peggiorare.

Una struttura aziendale ben organizzata porta ad avere:

1)   Più tempo a disposizione;

2)   Aumento del margine aziendale;

3)   Aumento della produttività, riducendo gli sprechi;

4)   Ottimizzazione delle risorse presenti;

5)   Clienti più soddisfatti;

6)   Diminuzione dei costi.

 

PIANIFICAZIONE DEI PROCESSI

Con il termine processi si intende l’insieme organizzato di attività operative e di decisioni, utili a raggiungere i traguardi prefissati. I processi devono essere definiti, pianificati e tenuti sotto controllo.

Definendo e analizzando i processi aziendali, si otterrà un miglioramento sostanziale delle prestazioni e verranno monitorati costi, produttività e competenze delle persone coinvolte.

Inoltre per raggiungere i traguardi prefissati, risulta fondamentale definire un piano di impresa e la sua relativa pianificazione strategica, per raggiungere gli obiettivi aziendali e sviluppare il proprio business.

 

ORGANIGRAMMA

L'organigramma aziendale è la rappresentazione grafica di quali legami funzionali o gerarchici tengono unite le persone all’interno dell’Azienda.

È uno strumento di grandissima importanza che permette in modo chiaro e sintetico di descrivere la struttura organizzativa dell'Azienda e di fornire quindi molte informazioni su strutture e relazioni del personale dell'impresa.

Un organigramma utilizzato in maniera efficace in Azienda porta alla chiara definizione di compiti, ruoli e responsabilità’ ed ha come conseguenza un miglioramento della produzione; inoltre un organigramma ben compreso da tutti porta al coinvolgimento attivo di tutti i collaboratori e porta alla chiarezza delle responsabilità.

 

MANSIONARIO

Il mansionario è il documento il cui scopo è quello di ufficializzare ed evidenziare in forma scritta funzioni e compiti delle risorse umane dell'Azienda

Per lavorare in modo efficiente, si devono stabilire ruoli, gerarchie e rapporti lavorativi, regolare le mansioni del lavoratore, delegando le attività di competenza e definendo le responsabilità. Un mansionario comprende infatti la descrizione di un certo lavoro o di una certa posizione professionale ed elenca nel dettaglio ciò che ci si aspetta da chi svolge il lavoro spiegato, rispecchiando la cultura aziendale.

Il Titolare, una volta scelto in che attività dedicare la maggior parte delle sue risorse e delle sue energie, deve delegare le altre attività alle giuste figure.

Un buon manager è colui che sa delegare. Delegando, si aumenta la capacità realizzativa dei collaboratori e li si motiva ad ottenere risultati di pregio. Inoltre il Titolare avrà più tempo a disposizione da investire in obiettivi più ambiziosi, sia a livello aziendale che personale.

 

KPI

Un indicatore chiave di prestazione (Key Performance indicator, KPI) è una misura quantificabile che una società utilizza per determinare in quale misura gli obiettivi prefissati vengono raggiunti.

Utilizzandoli, potrai avere dei miglioramenti concreti, mantenendo monitorati i processi, comprendendo per tempo se gli obiettivi prefissati saranno raggiunti, ottimizzando i risultati e riducendo sprechi di risorse e di tempo.

I KPI sono anche un valido strumento che serve a ciascun responsabile per monitorare le loro attività.

 

 

CERTIFICAZIONE DI QUALITA’ DELL’ORGANIZZAZIONE ISO 9001

Quando un’Azienda presenta un sistema organizzativo ben strutturato ed efficiente, può intraprendere il percorso per ottenere la Certificazione di Qualità secondo la ISO 9001.

 

Essere certificati comporta i seguenti vantaggi:

1)    Dare evidenza di affidabilità, credibilità e autorevolezza

2)    Miglioramento dell'immagine dell'Azienda

3)    Vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza

4)    Facilità nelle esportazioni

5)    Possibilità di entrare in nuovi mercati

6)    Accessibilità a bandi pubblici

 

 

Scarica la brochure del Metodo Active:

pdf_sistema_gestione_qualità

 

 

Contattaci senza impegno per saperne di più. 

 

Active Engineering di Ing. Alessandro Bonamano

www.sistemi-iso.it

 

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

030 0994172

 

 

Sei ancora in tempo per beneficiare dell’Iperammortamento, l’agevolazione per lo sviluppo delle imprese in chiave 4.0

Hai tempo fino al 31 dicembre per usufruire dell’agevolazione dell’Iperammortamento: la grande opportunità per tutti gli Imprenditori che intendono modernizzare la propria Azienda dal punto di vista tecnologico e digitale seguendo il modello dell’Industria 4.0.

   perizia4.0_iperammortamento_brescia_bergamo

 

L’Iperammortamento è una delle agevolazioni prorogate dalla Legge di bilancio 2019, al fine di favorire le aziende ad acquistare nuovi beni, e consiste nella maggiorazione del costo di acquisto di beni materiali strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle imprese secondo il modello Industria 4.0.

 

Il beneficio fiscale per gli investimenti in beni strumentali è applicato agli investimenti effettuati entro:

- Il 31/12/2019;

- Il 31/12/2020 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2019 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Al fine di favorire le Piccole e Medie Imprese, la maggiorazione del costo di acquisizione degli investimenti si applicherà con le diverse misure indicate nella seguente tabella:

 

Aliquota              Importo investito

270%                     fino a 2,5 milioni di €

200%                     compresi tra 2,5 e 10 milioni di €

150%                     compresi tra 10 e 20 milioni di €

0%                         sulla parte di investimento eccedente il limite di 20 milioni di €

 

L’Iperammortamento si applica a beni (acquistati anche in leasing) dei seguenti tipi:

- Beni materiali (macchine, attrezzature, ecc.) elencati in allegato A della legge;

- Beni immateriali (licenze, software, sistemi) elencati in allegato B della legge, indispensabili per fare funzionare i beni materiali in allegato A.

 

I beni immateriali, non indispensabili e non connessi a beni in allegato A, possono godere di un ammortamento massimo totale del 140%.

 

I beni in oggetto devono possedere determinate caratteristiche tecnologiche e digitali tali da soddisfare potenzialmente i 5+2 requisiti che la disciplina agevolativa richiede, tra cui:

- Essere nuovi;

- Appartenere all'allegato A o all'allegato B della Legge di Bilancio;

- Essere interconnessi ai sistemi informatici di fabbrica;

- Essere integrati con il sistema logistico della fabbrica.

 

A dimostrazione della presenza di tutti i requisiti previsti per legge, in caso di investimento con valore superiore a 500.000€ per la fruizione dell'agevolazione si deve fornire obbligatoriamente la perizia tecnica giurata rilasciata da parte di un tecnico abilitato. E' comunque consigliato dall'Agenzia delle Entrate stilare la perizia tecnica giurata anche per i beni di valore inferiore.

 

Active Engineering offre alle Aziende che intendano investire in chiave 4.0:

- una consulenza mirata,

- la redazione della perizia tecnica giurata,

- la stesura della relazione tecnica a evidenza del soddisfacimento dei requisiti obbligatori.

 

 

Contattaci senza impegno per saperne di più.

 

 

Active Engineering di Ing. Alessandro Bonamano

 

 

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

030 0994172

 

www.sistemi-iso.it

Vuoi guadagnare tempo e denaro?

Ti aiutiamo attraverso una consulenza in regalo, semplice e immediata che ti porterà a ottenere dei risultati concreti.

 

Investi solo 3 minuti del tuo tempo e potrai avere delle risposte ai problemi di gestione aziendale.

 

Rispondendo a queste semplici domande saremo in grado di darti una serie di indicazioni per individuare le aree aziendali con più margine di miglioramento. Questo ti permetterà di focalizzare il tuo tempo e le tue energie alle attività che reputi prioritarie.

 

Seguendo le nostre indicazioni:

1) Avrai più tempo a disposizione;

2) Avrai un aumento del margine aziendale;

3) Avrai Clienti più soddisfatti.

 

Rispondi a questo semplice e breve sondaggio:

 

CLICCA QUI

 

Ecco un'anteprima di cosa ti invieremo:

Efficienza_delle_tue_aree_aziendali_ActiveEngineering

Priorita_di_intervento_ActiveEngineering

 

Per qualsiasi informazione puoi contattarci senza impegno chiamando lo 333 3287718 oppure cliccando qui: Invia richiesta

 

Come organizzare riunioni efficaci

Le riunioni sono dei veri e propri strumenti di gestione sia in ambito lavorativo che privato. Partecipare ad una riunione e condividere le informazioni con i membri dell’incontro può portare valore aggiunto all’azienda.

gestire-riunioni-efficaci_active_engineering_ISO9001_organizzazione_efficiente

 

Le riunioni possono essere convocate per vari motivi, i principali sono:

  • - Per dare o ricercare le informazioni;
  • - Per risolvere problemi;
  • - Per generare idee;
  • - Per prendere decisioni;
  • - Per definire piani di intervento e di azione;
  • - Per avere chiarimenti;
  • - Per negoziare;
  • - Per creare e rafforzare il team;
  • - Per migliorare i rapporti e le relazioni tra le persone;
  • - Per fare il punto della situazione.

Ma se non svolte in maniera efficace, le riunioni aziendali risulteranno solamente una gran perdita di tempo e denaro.

La riunione di lavoro può diventare improduttiva quando non si hanno chiari gli obiettivi per i quali viene organizzata e non si è ben focalizzati sui problemi da risolvere. Organizzare una riunione efficacie non è semplice e non può essere certo improvvisata. Ecco le regole per organizzare una riunione di successo:

 

 

1. Innanzitutto si deve stabilire un ordine del giorno, definendo con precisione l’obiettivo della riunione e elencando gli argomenti che verranno trattati. L’ordine del giorno deve risultare chiaro e deve essere fatto circolare fra i partecipanti in modo che tutti siano a conoscenza dello scopo della riunione, degli obiettivi da raggiungere e in questo modo tutti saranno preparati sui temi da affrontare.

Nel caso l’ordine del giorno si riduca a brevi aggiornamenti da dare al team su temi già affrontati, meglio evitare di convocare la riunione: una semplice email con tutti gli update è il modo più corretto di agire in questo caso.

 

2. Pianificare la struttura della riunione, scegliendo l’orario della giornata più appropriato, definendo la sua durata e la sua distribuzione temporale. Molta importanza va data alla corretta determinazione della durata della riunione: questo da un lato esprime rispetto per il tempo di lavoro di ognuno e dall’altro aiuta a impegnarsi per un risultato proficuo (se il tempo è limitato è necessario focalizzare attenzione e impegno). E’ altresì importante che il luogo scelto sia adatto al tipo di riunione che si vuole fare.

 

3. Invitare formalmente i partecipanti. È importante cercare di limitare il numero dei partecipanti, individuando solo coloro che possano dare un contributo significativo alla riunione; troppa gente rischia di rendere la riunione caotica e poco efficace.

Successivamente fornire ai partecipanti tutte le informazioni utili e necessarie, quali:

­

  • ­- Ragioni, scopo e obiettivi della riunione;
  • - Durata della convocazione;
  • - Orario di inizio;
  • - Durata e orario di fine;
  • - Luogo;
  • - Argomenti ben definiti (ordine del giorno o agenda).

 

4. L’incontro deve essere introdotto riassumendo il motivo e le ragioni per cui è stata convocata la riunione e illustrando lo scopo e gli obiettivi che si vogliono raggiungere. In seguito vanno illustrati gli argomenti dell’ordine del giorno e la loro distribuzione nel tempo.

 

5. L’incontro deve quindi essere condotto rispettando le tempistiche prestabilite per ciascun argomento trattato. I tempi dovrebbero essere i più brevi possibili. Avendo poco tempo a disposizione, le persone tendono a focalizzarsi maggiormente sui temi principali.

Sono da evitare il più possibile le interruzioni della riunione con telefonate, visite esterne, ecc. L’ideale sarebbe spegnere ogni device tecnologico: aiuterà a restare più concentrati, eliminando fonti di distrazione esterne.

Risulta molto utile fare dei brevi sommari durante la conduzione dell’incontro, riassumendo i concetti e le idee espresse. Molto importante è che tutti i partecipanti dicano la loro, sollecitando anche chi non ha espresso la propria opinione.

Più il clima è informale e non valutativo più è facile ottenere la partecipazione attiva delle persone. Tutte le opinioni devono essere tollerate, così come devono essere accolte le obiezioni e le critiche da parte dei partecipanti.

Deve essere mantenuto sempre il controllo della riunione, evitando argomenti non pertinenti, divagazioni, discussioni animate o discussioni inutili e limitando le domande che non conducono a conclusioni soddisfacenti. La cosa fondamentale è comunque che chi indice la riunione abbia molto chiaro in mente lo scopo del meeting.

 

6. Per concludere la riunione, si devono ricapitolare in modo sintetico le principali tematiche emerse, facendo un riassunto dei principali argomenti trattati e delle conclusioni accordate, dei tempi e dei modi in cui verranno successivamente discussi eventuali argomenti rimasti in sospeso o nuovi punti emersi. Si passa quindi a concordare un piano di azioni.

I partecipanti devono uscire dalla riunione avendo una chiara lista di azioni e attività da compiere con indicato chi sarà il responsabile incaricato e le tempistiche entro quando verranno ultimate le attività. Delegare alcuni dei compiti è un modo molto efficace per migliorare la gestione di una azienda.

 

7. Realizzare il verbale dell’incontro con i dettagli e le decisioni prese, le conclusioni e il piano di azioni, quindi distribuirlo a tutti i partecipanti e alle altre persone che potrebbero essere interessate dalle decisioni e alle conclusioni della riunione. Il verbale deve essere distribuito entro 2 giorni dall’incontro.

 

8. Ogni riunione che prevede un piano di azioni deve essere seguita da un successivo incontro che permetta di fare il punto della situazione, di verificare lo stato di avanzamento del piano di lavoro e di verificare l’effettivo raggiungimento degli obiettivi.

Questo incontro permette di capire l’efficacia del piano di azioni definito e di verificarne la sua attuazione da parte dei partecipanti.

 

 

L’obiettivo di ogni riunione è essere efficienti e performanti, ogni persona partecipante apporta il proprio contributo, ed è importante che ognuno abbia una visione d’insieme ben chiara, che tutti siano allineati e che siano assegnate ad ognuno le sue priorità.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
Prev Next

Cerca nel sito