Sicurezza nella Qualità

NEWS

LA NEWS DEL MERCOLEDI’: PIANIFICAZIONE EFFICACE DEGLI OBIETTIVI

LA NEWS DEL MERCOLEDI

Scarica qui il pdf dell'articolo:

 

Se mi hai seguito fino a qui sicuramente avrai ben definita la tua meta aziendale, il traguardo finale che la tua azienda raggiungerà tra 5 anni.

Adesso passiamo assieme allo step successivo: definire il progetto di impresa.

Definire gli obiettivi aziendali e il piano operativo per raggiungerli sono due attività fondamentali spesso sottovalutate. Ma definire gli obiettivi aziendali è alla base della pianificazione strategica, che porta a stabilire le strategie per raggiungere i traguardi definiti, tenendo conto del punto da cui si parte e chiarendo di quali mezzi, strumenti e azioni si necessita per raggiungerli.

Se vuoi approfondire questo o altri argomenti e RICEVERE SUBITO 2 OMAGGI iscriviti alla nostra newsletter CLICCANDO questo link,

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

 

Il progetto d’impresa consiste nell’insieme delle singole caselle che si devono riempire per arrivare alla meta finale, i singoli obiettivi da raggiungere per arrivare al grande obiettivo.

 

La meta aziendale è una descrizione precisa di una determinata scena che al momento non esiste, ma che si desidera raggiungere. Avere una meta definita significa avere un progetto da realizzare.

 

Il progetto di impresa è la strada da percorrere, la scaletta da seguire pianificando e raggiungendo ogni singolo obiettivo. Solo sommando ogni singolo obiettivo raggiunto arriverai con certezza alla tua meta.

 

Quindi ora che hai definito la meta aziendale, passa a pianificare tutti i processi da svolgere e collegali a degli obiettivi da raggiungere. La realizzazione di un obiettivo però non avviene per caso. Anche questo consiste in un processo che richiede un metodo per essere pianificato, in cui la prima cosa da fare è saper definire i propri obiettivi prima ancora di perseguirli.

 

Per essere sicuro di definire i tuoi obiettivi nella maniera corretta, devi pianificare obiettivi S.M.A.R.T..

 

In altre parole, i tuoi obiettivi devono possedere sempre almeno queste 5 caratteristiche, così sarai certo che li avrai definiti con precisione e in una modalità studiata appositamente per scrivere obiettivi che saranno raggiunti. Ognuno dei tuoi obiettivi deve essere:

    • - Specific (specifico),
    • - Measurable (misurabile),
    • - Achievable (raggiungibile),
    • - Relevant (rilevante),
    • - Time-based (basato sul tempo).

È fondamentale che i tuoi obiettivi siano scritti in maniera specifica. Utilizza i numeri, descrivi le situazioni nel dettaglio. Rispondi sempre alle domande: cosa voglio realizzare? Perché questo obiettivo è importante? Chi è coinvolto? Dove si trova? Quali risorse o limiti sono coinvolti?.

 

Inoltre ogni obiettivo deve essere misurabile per poter verificare il raggiungimento dell’obiettivo e per avere ben chiaro qual è il traguardo. In questo caso rispondi alle domande: quanto? Come saprò che ho raggiunto l’obiettivo?

 

Il tuo obiettivo deve essere realistico e raggiungibile. Magari ambizioso, ma adeguato alle tue risorse e capacità. Spesso si tende a fissare obiettivi che vanno oltre la nostra portata: bisogna fermarsi un attimo e riportare i piedi per terra.

 

Scrivere un obiettivo rilevante significa che deve essere un qualcosa che per te è importante, altrimenti col tempo si rischia di metterlo in secondo piano.

 

Infine avere obiettivi basati sul tempo significa definire sempre una scadenza temporale a qualsiasi obiettivo.

 

Facciamo un esempio. Non è corretto scrivere “Voglio aumentare il mio fatturato”; devi scrivere “Fra 1 anno avrò acquisito 3 nuovi clienti, e con ciascuno di loro devo fatturare almeno 30.000€ nell’arco dell’anno.”. Scrivendo in maniera specifica sei già orientato alla conclusione del tuo obiettivo, sai già qual è il percorso da intraprendere e non appena finisci di scrivere l’obiettivo hai voglia di passare subito all’azione perché conosci esattamente quali sono le mosse da intraprendere.

 

All’interno del METODO ACTIVE trovi molti strumenti per pianificare i tuoi obiettivi. Infatti il primo step del nostro metodosi chiamaPianificazione, e consiste esattamente nel definire in maniera efficace ogni piano di impresa. Uno di questi strumenti è la ACTIVE MAP, un canvas strategico che ti consente di definire, per ogni obiettivo, tempistiche, risorse, e molti altri aspetti fondamentali.

Se sei interessato a conoscere di più la nostra ACTIVE MAP, parte integrante del METODO ACTIVE, puoi trovare molte informazioni di valore nel mio articolo a questo link:

https://www.sistemi-iso.it/news/179-la-news-del-mercoledi-la-active-map-lo-schema-per-la-definizione-degli-obiettivi.html

 

se sei interessato a conoscere il METODO ACTIVE in maniera più approfondita ti invito a visitare la pagina dedicata sul mio sito

CLICCA QUI

https://www.sistemi-iso.it/images/METODOACTIVE/Presentazione_Metodo_Active_2020_rev.0.pdf

 

Arrivati a questo punto immagino che sei carico di energia e già ti stai appuntando nuovi obiettivi da raggiungere, o stai perfezionando quelli che già avevi definito. Ricordati che alla base di tutto, come per il METODO ACTIVE, c’è la pianificazione delle proprie attività.

Per un imprenditore non è concepibile pensare di non aver tempo per sedersi e pianificare il proprio piano d’impresa e i relativi obiettivi. Almeno il 25/30% del tuo tempo deve essere dedicato ad attività di valore. La pianificazione d’impresa è un’attività importante ma non urgente e che quindi, se non gestita nella maniera corretta, tende ad essere risucchiata dalle attività più urgenti ma che non portano valore all’azienda. Questi principi sono alla base della corretta gestione del tempo.

Se sei interessato ad approfondire l’argomento, a settembre partirà la seconda edizione del mio corso “la gestione efficace del tempo e della delega”.

Si tratta di una grande opportunità di formazione e crescita professionale per tutte le figure di ogni azienda, dall’imprenditore ai collaboratori, dai dipendenti ai liberi professionisti.

Per di più, se la tua impresa ha l’unità produttiva/sede operativa ubicata in Regione Lombardia il corso è a costo zero grazie al BANDO FSE con finanziamento del 100% a fondo perduto.

Il percorso formativo, che si compone di lezioni on line da 4 ore a frequenza settimanale per un totale di 40 ore, tratterà molti aspetti fondamentali per gestire al meglio la tua giornata e renderla più profittevole, tra cui vedremo:

­   - come organizzare il lavoro per priorità;

­   - le tecniche per calcolare correttamente il tempo necessario per portare a termine le attività;

­   - il metodo di gestione efficace della giornata e della settimana;

­   - gli strumenti per redigere un piano d'azione;

­   - le tecniche per non procrastinare;

­   - come mappare le attività da delegare, cosa delegare e come delegare;

­   - il metodo per scegliere i delegati e cosa aspettarsi da loro;

­   - gli strumenti per la valutazione delle competenze dei collaboratori.

Puoi trovare il programma completo del corso a questo link:

https://www.sistemi-iso.it/corso-gestione-tempo-e-delega.

Le persone che hanno seguito la prima edizione del corso all’inizio di quest’anno stanno mettendo in pratica i concetti imparati sia nella vita lavorativa che in quella personale, traendone benefici. La maggior parte di loro, per esempio, ora è in grado di riconoscere e gestire le diverse priorità delle proprie attività.

Se sei interessato all’argomento, ti consiglio di contattarmi per prenotare subito il tuo posto.

 

Ti aspetto al prossimo appuntamento per altri contenuti di valore e intanto ti auguro buon lavoro.

Alessandro

 

Ogni mercoledì pubblichiamo un articolo contenente elementi di valore per migliorare l’organizzazione della tua Azienda: non perderti questo appuntamento fisso,

seguici su  e su  o iscriviti alla nostra newsletter

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

Scarica qui il pdf dell'articolo:

 

 

LA NEWS DEL MERCOLEDI’ - OBIETTIVO RAGGIUNTO: ABBIAMO VINTO

 

Scarica qui il pdf dell'articolo:

 

 

Come ogni imprenditore anche tu hai definito un obiettivo finale a lungo termine, lo scopo per cui hai iniziato il tuo progetto di impresa. Questo traguardo è la risposta alla domanda come sarà e dove sarà la mia azienda fra 5/10 anni?

 

Raggiungere il traguardo significa realizzare il tuo sogno di impresa in cui vedi realizzata la situazione futura ideale della tua azienda che ti eri immaginato all’inizio del percorso.

 

In altre parole, stiamo parlando del raggiungimento della meta aziendale.

 

Se vuoi approfondire questo o altri argomenti e RICEVERE SUBITO 2 OMAGGI iscriviti alla nostra newsletter CLICCANDO questo link,

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

 

La meta aziendale è l’obiettivo finale che l’Imprenditore vuole raggiungere quando inizia il suo percorso. Quando la meta viene raggiunta tutti i progetti vengono totalmente realizzati e conclusi…e cioè si vince!

È fondamentale che la meta venga definita a priori. Deve essere definita in maniera chiara e con obiettivi ben precisi. Al pari della politica della qualità e dell’etica aziendale (di cui abbiamo parlato in articoli precedenti), la meta aziendale corrisponde alle fondamenta di tutto il progetto di impresa.

È la base di partenza per pianificare tutti i processi da svolgere, in quanto ogni attività deve essere svolta in funzione del raggiungimento del traguardo finale: la meta appunto.

Il compito di pianificare le attività in maniera corretta, allineate rispetto allo scopo finale, spetta al leader.

Il leader deve applicare un metodo per riuscire a pianificare ogni singola attività in maniera efficace, e migliorare continuamente i risultati ottenuti. Il METODO ACTIVE prende in considerazione ciascuno di questi aspetti. Il METODO ACTIVE è un sistema di mia creazione in cui ho ideato una serie di strumenti pratici che metto a disposizione per rendere maggiormente efficace tutto il sistema di gestione delle aziende. Lo scopo del METODO ACTIVE è infatti creare un sistema di gestione che porti valore all’azienda, ottenendo i risultati pianificati.

 

se sei interessato a conoscere il METODO ACTIVE in maniera più approfondita ti invito a visitare la pagina dedicata sul mio sito

CLICCA QUI

https://www.sistemi-iso.it/images/METODOACTIVE/Presentazione_Metodo_Active_2020_rev.0.pdf

 

 

Il compito del leader non si ferma al livello della pianificazione: al leader spetta anche il compito di condividere i valori e la meta finale a tutti i livelli dell’organizzazione e incoraggiare le persone a vincere.

 

Il leader inoltre incoraggia le persone, ispirandole, riconoscendo il valore del loro contributo e fornendo loro tutte le risorse adeguate e la formazione necessaria a poter svolgere i loro compiti nel migliore dei modi.

 

Il leader crea e mantiene un ambiente interno nel quale le persone sono pienamente coinvolte nel raggiungimento degli obiettivi dell’organizzazione. Il leader crea una squadra unita in cui ognuno col suo contributo avvicina l’azienda verso il raggiungimento del traguardo finale.

 

L’errore più comune in cui mi sono imbattuto è quello di confondere il progetto di impresa con la meta aziendale. Il progetto d’impresa consiste nell’ insieme delle singole caselle che si devono riempire per arrivare alla meta finale, i singoli obiettivi da raggiungere per arrivare al grande obiettivo.

 

La meta aziendale è una descrizione precisa di una determinata scena che al momento non esiste, ma che si desidera raggiungere. Avere una meta definita significa avere un progetto da realizzare.

 

Il progetto di impresa è la strada da percorrere, la scaletta da seguire pianificando e raggiungendo ogni singolo obiettivo. La meta finale è la vittoria di tutto il torneo.

 

Se vuoi approfondire questo o altri argomenti e RICEVERE SUBITO 2 OMAGGI iscriviti alla nostra newsletter CLICCANDO questo link,

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

 

La definizione della meta aziendale non consiste solamente nel pianificare praticamente le attività da fare. C’è anche una parte emozionale legata alla definizione del traguardo da raggiungere.

 

La meta è infatti l’energia della tua attività d’impresa, il perché ogni giorno (molto probabilmente sabato e domenica inclusi) ti alzi e ti metti al lavoro per portare avanti quello che hai progettato nella tua testa. È il carburante che alimenta la tua energia per percorrere la strada verso la destinazione finale, che sarà chiara e ben fissa nella tua testa grazie al processo di pianificazione. Se mantieni l’energia ai livelli che avevi quando hai immaginato per la prima volta la tua meta aziendale, riuscirai a raggiungere gli obiettivi e a superare tutte le difficoltà e gli ostacoli cercando una soluzione alternativa ai problemi che si presentano e prima o poi realizzerai quanto avevi sognato.

 

Se in qualche occasione credi di aver perso l’energia che ti spingeva all’inizio del tuo percorso, prova ad immaginare il tuo stato d’animo dopo aver raggiunto il tuo traguardo: sarai sicuramente soddisfatto e felice a dir poco. Questa energia ti spingerà ad ottenere sempre più risultati.

 

Come già ti avevo spiegato nel mio articolo sulla leadership, è fondamentale che questa energia positiva che ti appartiene faccia parte anche dello stato d’animo di tutti i tuoi collaboratori. Un buon leader è in grado di incoraggiare le persone, ispirandole, riconoscendo il valore del loro contributo e fornendo loro tutte le risorse adeguate e la formazione necessaria a poter svolgere i loro compiti nel migliore dei modi, creando e mantenendo un ambiente interno nel quale le persone possano essere pienamente coinvolte nel raggiungimento degli obiettivi dell’organizzazione.

 

Se sei arrivato a leggere fino a qui hai compreso l’importanza strategica di avere una meta aziendale.

 

Ora tocca a te mettere in pratica i concetti che hai appena letto: hai già scritto la meta aziendale? La tua meta è ben chiara e definita? Hai condiviso la meta con tutta la tua azienda? I tuoi collaboratori sono a conoscenza del traguardo finale da raggiungere e dei singoli obiettivi intermedi? I tuoi collaboratori conoscono l’importanza del loro contributo per il raggiungimento dell’obiettivo finale?

 

Cogli l’occasione del mio articolo per riprendere in mano la tua meta e aggiornarla.

 

Se invece la meta aziendale non è scritta in nessun documento ma è presente solamente nella tua mente, prendi l’agenda e programmati un paio d’ore in cui nessuno ti deve disturbare. Se già stai pensando che non hai tempo per farlo, significa che non hai un metodo per pianificare il tuo tempo. All’interno del nostro METODO ACTIVE trovi anche le metodologie per gestire in maniera efficace il tuo tempo. Ho anticipato già alcuni contenuti gratuiti ma di valore che ti aiuteranno da subito ad organizzarti. Li puoi trovare leggendo i miei articoli inerenti alla pianificazione del tempo.

 

se sei interessato a conoscere il METODO ACTIVE in maniera più approfondita ti invito a visitare la pagina dedicata sul mio sito

CLICCA QUI

https://www.sistemi-iso.it/images/METODOACTIVE/Presentazione_Metodo_Active_2020_rev.0.pdf

 

 

Per scrivere in maniera corretta la tua meta aziendale racconta come immagini la tua Azienda fra 5/10 anni. Devi descrivere nel dettaglio tutto lo scenario futuro che ti sei immaginato. Nel dettaglio significa che la descrizione deve avere dei riferimenti ben precisi. Utilizza i numeri. Non è corretto scrivere “avrò aumentato il numero dei miei collaboratori”, ma devi descrivere esattamente quanti collaboratori ti servono, in che processo andranno inseriti e quali competenze devono avere.

Definire con precisione la meta della tua aziendale è molto importante perché ti permette di pensare agli step intermedi che dovranno essere implementati (e anche a quelli che dovranno essere evitati) per raggiungere il traguardo finale.

A questo punto, come abbiamo già visto, la differenza tra il successo e l’insuccesso è la corretta pianificazione delle attività.

Devi dedicare del tempo all’attività di pianificazione: pensa e ripensa agli scenari attuali e a quelli futuri, a tutte le variabili, alle azioni necessarie, cerca di non tralasciare nessun dettaglio. Questa è una tra le vere attività in cui ogni Imprenditore deve dedicare gran parte del proprio tempo e delle proprie energie.

 

 

Ti aspetto mercoledì prossimo per altri contenuti di valore e intanto ti auguro buon lavoro.

Alessandro

Ogni mercoledì pubblichiamo un articolo contenente elementi di valore per migliorare l’organizzazione della tua Azienda: non perderti questo appuntamento fisso,

seguici su  e su  o iscriviti alla nostra newsletter

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

Scarica qui il pdf dell'articolo:

 

 

 

LA NEWS DEL MERCOLEDI’: HAI TRASMESSO L’ETICA AZIENDALE A TUTTI I TUOI COLLABORATORI?

Scarica qui il pdf dell'articolo: 

 

 

Se ci segui ogni mercoledì hai già compreso che un buon leader è colui che è in grado di pianificare tutte le attività aziendali allineandole verso lo scopo finale, che è progettato a priori in maniera chiara e con obiettivi ben definiti.

Inoltre un buon leader è quella persona che è in grado di passare i valori e l’etica dell’azienda alle persone di tutti i livelli.

 

Se vuoi approfondire questo o altri argomenti e RICEVERE SUBITO 2 OMAGGI iscriviti alla nostra newsletter CLICCANDO questo link,

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

 

Il concetto di leadership non è semplicemente collegato a quello di comandare, ma consiste nell’insieme di abilità per motivare le persone a dare il meglio di sé e a lavorare verso un obiettivo comune.

 

Il leader inoltre incoraggia le persone, ispirandole, riconoscendo il valore del loro contributo e fornendo loro tutte le risorse adeguate e la formazione necessaria a poter svolgere i loro compiti nel migliore dei modi.

 

Il leader crea e mantiene un ambiente interno nel quale le persone sono pienamente coinvolte nel raggiungimento degli obiettivi dell’organizzazione.

 

E l’obiettivo finale comune, il traguardo da raggiungere, è la meta dell’azienda.

 

La definizione della meta aziendale deve essere la base portante di tutto il processo di pianificazione delle attività. Ogni singola azione è legata alla meta che si desidera raggiungere in azienda. Per questo motivo la meta deve essere definita nella maniera più efficace possibile, perché influenzerà di conseguenza tutta la pianificazione aziendale. Per fare in modo che le decisioni in azienda siano le più efficaci possibili è utile seguire il METODO ACTIVE, il metodo di nostra creazione che porta valore all’azienda generando un sistema in grado di lavorare autonomamente nella maniera più efficiente possibile.

 

se sei interessato a conoscere il METODO ACTIVE in maniera più approfondita ti invito a visitare la pagina dedicata sul mio sito

CLICCA QUI

https://www.sistemi-iso.it/images/METODOACTIVE/Presentazione_Metodo_Active_2020_rev.0.pdf

 

 

Il leader dell’azienda (che sia il singolo imprenditore o l’insieme delle figure al comando) deve riuscire a trasmettere l’etica aziendale a tutti i suoi collaboratori.

 

L’etica aziendale è l’insieme di valori morali e sociali che derivano dalla cultura dell’azienda, sia verso l’interno che verso l’esterno dell’azienda. Un esempio può essere il miglioramento dell’ambiente di lavoro, la promozione dell’uguaglianza, il rispetto dei diritti, la difesa dell’ambiente ecc. In altre parole, l’etica aziendale è l’insieme degli obiettivi che si vogliono raggiungere a livello per esempio sociale e ambientale. E, al pari della meta aziendale, deve fare da base per tutta la pianificazione aziendale. Infatti questo codice etico è quello che tutti i processi seguono nello svolgimento delle proprie attività quotidiane.

 

Ogni leader, quando decide di fare impresa, stabilisce di rispettare determinati principi. L’etica in azienda identifica e valorizza tali principi. Per questo motivo è fondamentale che il leader trasmetta i propri valori a tutte le persone in azienda, definendo le modalità per rispettarli e li coinvolga nel senso di responsabilità.

 

Molti leader scrivono nero su bianco la propria etica aziendale in un documento. È una scelta individuale su base volontaria. Il documento infatti non contiene comportamenti vincolati da norme di legge, ma piuttosto contiene l’insieme di comportamenti che tutti i membri dell’organizzazione sono tenuti a seguire.

 

Ti sarai sicuramente chiesto “Ma se non è un obbligo di legge, perché dovrei scrivere una carta dell’etica della mia azienda?”. Perché possedere un’etica aumenta l’immagine e la reputazione che un’azienda possiede agli occhi del mondo esterno, e soprattutto verso quelli dei suoi clienti e di quelli potenziali, verso gli occhi dei consumatori e verso quelli dei nuovi talenti da inserire in azienda. In altre parole, possedere un’etica aziendale fa acquisire maggior valore all’azienda nel complesso. Infatti sicuramente la tua azienda ha almeno un concorrente. Possedere un’etica aziendale attraente potrebbe essere il valore aggiunto che spinge il cliente o il consumatore finale a scegliere te e il tuo prodotto o servizio, perché l’acquirente si identifica con i tuoi ideali e ne condivide le scelte.

 

Se vuoi approfondire questo o altri argomenti e RICEVERE SUBITO 2 OMAGGI iscriviti alla nostra newsletter CLICCANDO questo link,

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

Se non hai mai scritto in nessun documento le tue norme etiche, ora ti fornisco una serie di spunti e consigli utili per redigere al meglio il tuo documento di etica aziendale.

La parte fondamentale del documento deve contenere i principi etici e sociali e le norme alle quali la direzione dell’azienda ha deciso di attenersi. I principi generali possono essere equità ed eguaglianza, trasparenza, onestà, riservatezza, tutela della persona, dell’ambiente e tanti altri.

In un’altra sezione viene poi descritta come viene stabilita l’osservanza dei principi etici e le eventuali modalità di controllo per garantire l’osservanza degli stessi.

Infine un’ulteriore parte importante del codice etico aziendale è riservata alla promozione e alla divulgazione dei suoi contenuti.

Ora ti basterà prendere l’agenda e ritagliarti del tempo per mettere assieme i concetti che già possiedi in testa e trascriverli nero su bianco. Questa attività la devi considerare come importante ma non urgente nella matrice del tempo di Eisenhower, in quanto è un’attività che ti porta del valore non appena l’hai terminata. La pianificazione del tempo efficace è un concetto che puoi trovare nel METODO ACTIVE e in altri miei contenuti pubblicati nel sito.

 

se sei interessato a conoscere il METODO ACTIVE in maniera più approfondita ti invito a visitare la pagina dedicata sul mio sito

CLICCA QUI

https://www.sistemi-iso.it/images/METODOACTIVE/Presentazione_Metodo_Active_2020_rev.0.pdf

 

 

Se invece possiedi già un documento in cui riassumi i tuoi principi etici, lo mantieni salvato in qualche cartella del server aziendale o lo tieni aggiornato e soprattutto lo condividi con i tuoi collaboratori?

 

Affinché l’etica aziendale sia compresa e seguita da tutti i collaboratori, è fondamentale che il leader la comunichi a tutti i collaboratori dell’azienda. Il passo successivo consiste nell’abilità del leader di coinvolgere le persone e motivarle a dare il massimo, spingendoli verso goli obiettivi finali rispettando i valori dell’etica.

 

Come puoi fare per capire se sei riuscito a passare i tuoi principi e i valori dell’etica a tutti i tuoi collaboratori?

 

La soluzione più semplice, economica ma contemporaneamente di grande resa consiste nel proporre un sondaggio con domande mirate a tutto il tuo personale. Il sondaggio può anche essere anonimo, così le risposte che ricevi sono più sincere. Però ti consiglierei di somministrare il sondaggio suddividendo il tuo personale a gruppi seguendo i tuoi macro-processi, in modo tale da avere un’analisi dei risultati più puntuale e decidere di conseguenza eventuali azioni mirate da intraprendere per migliorare le cose.

 

Noi di Active Engineering offriamo un’ampia gamma di corsi di formazione rivolti a imprenditori. Tra questi è presente anche il corso “come costruire un team vincente” con lo scopo di riuscire a condividere i traguardi dell’azienda e stimolare i collaboratori a dare il meglio. All’interno del corso vengono trattati i temi della definizione degli obiettivi aziendali, di come il leader costruisce un grande team, motivando e coinvolgendo le persone e comunicando emozioni. Contattaci per saperne di più e per ricevere il programma completo del corso.

 

Ti aspetto mercoledì prossimo per altri contenuti di valore e intanto ti auguro buon lavoro.

Alessandro

Ogni mercoledì pubblichiamo un articolo contenente elementi di valore per migliorare l’organizzazione della tua Azienda: non perderti questo appuntamento fisso,

seguici su  e su  o iscriviti alla nostra newsletter

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

Scarica qui il pdf dell'articolo:

LA NEWS DEL MERCOLEDI’: LA VERA POLITICA DELLA QUALITA’

Scarica qui il pdf dell'articolo: 

 

 

La ISO 9001 richiede espressamente che ogni Organizzazione abbia una Politica per la Qualità in cui riportare l’atteggiamento che la direzione desidera avere relativamente alla qualità.

 

Scommetto che anche tu hai appeso in bacheca all’ingresso della tua azienda la tua Politica della Qualità. E immagino anche che l’intento è quello di farla leggere ai tuoi clienti, fornitori, visitatori e soprattutto ai tuoi dipendenti che ogni giorno ci passano davanti.

Ma la vera Politica della qualità non è solamente un foglio di carta appeso al muro, è quella cosa che è in grado di influenzare le azioni di tutte le persone che lavorano nell’azienda.

 

Se vuoi approfondire questo o altri argomenti e RICEVERE SUBITO 2 OMAGGI iscriviti alla nostra newsletter CLICCANDO questo link,

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

Ogni azienda certificata ISO 9001 possiede una Politica della Qualità. La maggior parte delle volte questo contenuto viene scritto da un’unica figura che può essere il responsabile della qualità o addirittura il consulente esterno, semplicemente perché la norma lo richiede per cui diventa obbligatorio farlo.

La Politica della Qualità invece ha un significato più profondo: in questo documento la direzione riepiloga la meta aziendale e in che modo viene mantenuto il livello di qualità stabilito all’interno di ogni processo dell’azienda, focalizzando sempre l’attenzione verso i requisiti che i clienti richiedono.

La Politica della Qualità è quindi la parte finale di un processo ben più profondo di pianificazione della meta aziendale, di pianificazione degli obiettivi che si desiderano ottenere, di definire cosa fare per raggiungere questi obiettivi, di quali risorse sono necessarie (non solamente quelle materiali) affinché il livello di qualità dei processi venga raggiunto, di soddisfazione del cliente, ecc. Tutti questi aspetti sono compresi nel METODO ACTIVE, il Sistema Qualità Efficace, che garantisce il raggiungimento di un ottimo livello organizzativo, il controllo di tutti i processi aziendali e il raggiungimento dei risultati attesi, senza lasciare nulla al caso ma rendendo l’azienda autonoma rispetto la presenza dell’imprenditore.

Da un punto di vista pratico, la direzione riassume nella Politica della Qualità i propri principi, le proprie linee guida, i propri obiettivi della qualità e i processi necessari a raggiungerla.

 

se sei interessato a conoscere il METODO ACTIVE in maniera più approfondita ti invito a visitare la pagina dedicata sul mio sito

CLICCA QUI

https://www.sistemi-iso.it/images/METODOACTIVE/Presentazione_Metodo_Active_2020_rev.0.pdf

 

La Direzione gioca anche in questo caso un ruolo fondamentale. Per prima cosa ha la responsabilità di definire tutti gli aspetti che portano al raggiungimento della qualità. Successivamente deve promuovere il giusto atteggiamento da parte di tutte le persone che lavorano nell’azienda.

 

Infatti come abbiamo visto nell’articolo di mercoledì scorso, un buon leader si differenzia dagli altri che si limitano a mettere in pratica i requisiti della ISO 9001, se è in grado di passare i valori e l’etica dell’azienda a tutti i livelli, incoraggiando le persone, ispirandole, riconoscendo il valore del loro contributo e fornendo loro tutte le risorse adeguate e la formazione necessaria a poter svolgere i loro compiti nel migliore dei modi per raggiungere i livelli di qualità stabiliti.

 

Quindi tu in qualità di imprenditore, devi assolutamente coinvolgere tutte le persone e renderle consapevoli dei contenuti della Politica della Qualità.

 

Attraverso la Politica della Qualità metti nero su bianco cosa la direzione ha stabilito, e questi concetti devono essere recepiti nella mente di ogni collaboratore. Solamente in questo modo tutte le persone lavorano in sincronia per lo stesso scopo finale. Lo scopo di ogni lavoratore infatti non è quello di concludere la mansione a lui affidata, ma è importante che capisca il perché la sua mansione deve essere eseguita in una certa maniera e quale contributo porta al processo nel complesso.

Se ogni collaboratore ha ben chiaro in testa il concetto di qualità che l’azienda vuole ottenere lavorerà in quella direzione. In questo modo, con il contributo di tutti, l’azienda vincerà rispetto la concorrenza, migliorando sempre di più i risultati ottenuti ed eliminando sprechi ed errori.

 

 

Se vuoi approfondire questo o altri argomenti e RICEVERE SUBITO 2 OMAGGI iscriviti alla nostra newsletter CLICCANDO questo link,

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

 

Un’organizzazione non lavorerà verso la qualità se prima di tutto la direzione non è stata in grado di redigere e soprattutto di trasmettere e dimostrare la Politica della Qualità.

 

In altre parole, è inutile riempire un foglio solamente per appenderlo in bacheca se poi nemmeno la direzione mette in pratica i concetti in esso contenuti. Sono le azioni che fanno la differenza, e il manager deve sempre dare il buon esempio ed essere in grado di spronare tutti a dare sempre il meglio ed essere concentrati verso lo scopo finale.

 

Ti aspetto mercoledì prossimo per altri contenuti di valore e intanto ti auguro buon lavoro.

 

Alessandro

 

Ogni mercoledì pubblichiamo un articolo contenente elementi di valore per migliorare l’organizzazione della tua Azienda: non perderti questo appuntamento fisso,

 

seguici su  e su  o iscriviti alla nostra newsletter

 

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

 

 

Scarica qui il pdf dell'articolo: 

 

 

 

 

 

LA NEWS DEL MERCOLEDI’: I VANTAGGI DELLA LEADERSHIP EFFICACE

Scarica qui il pdf dell'articolo: 

 

 

Oggi continuiamo il nostro viaggio valutando i singoli aspetti richiesti dalla ISO 9001 aprendo un nuovo capitolo: quello della leadership aziendale.
La leadership è un aspetto importante perché senza il supporto continuo della Direzione nel Sistema di Gestione della Qualità (SGQ) si corre il rischio di andare incontro a delle difficoltà.

Se vuoi approfondire questo o altri argomenti e RICEVERE SUBITO 2 OMAGGI iscriviti alla nostra newsletter CLICCANDO questo link,

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

 

 

I principali requisiti che deve dimostrare l’Alta Direzione richiesti dalla norma sono: essere responsabile dell’efficacia nei confronti dell’SGQ, assicurare la disponibilità delle risorse, promuovere il miglioramento continuo, assicurare che la Politica della Qualità e gli obiettivi siano attuati e coerenti con le finalità dell’organizzazione e dell’SGQ e la focalizzazione sul cliente.

Affinché il SGQ sia efficace è fondamentale il sostegno e il supporto dell’Alta Direzione. Il SGQ non deve essere un progetto a sé stante, ma parte integrante dei processi aziendali. C’è bisogno di un metodo per pianificare ogni singola attività, metterla in pratica nella maniera più efficace possibile e migliorare continuamente i risultati. Il METODO ACTIVE prende in considerazione ciascuno di questi aspetti. Lo scopo del METODO ACTIVE è infatti creare un sistema di gestione che porti valore all’azienda, e per arrivare al risultato fonde assieme la pianificazione delle attività giornaliere di ogni azienda con i principi della qualità riportati nella ISO 9001, in modo tale da generare un sistema in grado di lavorare autonomamente nella maniera più efficace possibile.

 

se sei interessato a conoscere il METODO ACTIVE in maniera più approfondita ti invito a visitare la pagina dedicata sul mio sito

 

CLICCA QUI

https://www.sistemi-iso.it/images/METODOACTIVE/Presentazione_Metodo_Active_2020_rev.0.pdf

 

Secondo la ISO 9001 con il termine leadership si intende la persona o il gruppo di persone che dirige e controlla un’organizzazione ai livelli più alti. Ma per ottenere risultati efficaci è utile estendere il concetto di leader non solamente ai livelli dell’Alta Direzione ma ai leader di ogni livello. In ogni organizzazione è fondamentale che tutti i leader, i responsabili e in generale tutte le risorse siano allineati verso lo scopo finale.

 

Con il concetto di leadership infatti non si intende semplicemente comandare, ma consiste nell’abilità di motivare le persone a dare il meglio di sé e a lavorare verso un obiettivo comune, la meta dell’azienda, creando e mantenendo un ambiente interno nel quale le persone possano essere pienamente coinvolte nel raggiungimento degli obiettivi dell’organizzazione.

 

Un buon leader è in grado di pianificare le attività allineandole verso lo scopo finale, che è progettato a priori in maniera chiara con obiettivi ben definiti. E un buon leader si differenzia dagli altri che si limitano a mettere in pratica i requisiti della ISO 9001 solamente per ottenere il certificato, se è in grado di passare i valori e l’etica dell’azienda a tutti i livelli, incoraggiando le persone, ispirandole, riconoscendo il valore del loro contributo e fornendo loro tutte le risorse adeguate e la formazione necessaria a poter svolgere i loro compiti nel migliore dei modi.

 

Noi di Active Engineering offriamo un’ampia gamma di corsi di formazione rivolti a imprenditori. Tra questi è presente anche il corso “come costruire un team vincente” con lo scopo di riuscire a condividere i traguardi dell’azienda e stimolare i collaboratori a dare il meglio. All’interno del corso vengono trattati i temi della definizione degli obiettivi aziendali, di come il leader costruisce un grande team, motivando e coinvolgendo le persone e comunicando emozioni. Contattaci per saperne di più e per ricevere il programma completo del corso.

 

Se vuoi approfondire questo o altri argomenti e RICEVERE SUBITO 2 OMAGGI iscriviti alla nostra newsletter CLICCANDO questo link,

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

 

Nella vita aziendale di tutti i giorni, i concetti visti finora si mettono in pratica con decisioni e azioni che l’Alta Direzione deve intraprendere. Ogni azienda è strutturata in maniera diversa, ci può essere al comando un singolo manager o un gruppo di persone. In ogni caso le decisioni devono essere prese dai livelli alti ma, come detto prima, è fondamentale che vengano condivise con tutta l’azienda.

 

In principio, l’Alta Direzione deve definire e comunicare la meta dell’azienda. Deve stabilire l’etica aziendale e assicurarsi che venga compresa e seguita da tutta l’azienda. Deve quindi stabilire le strategie e i processi necessari al raggiungimento dello scopo finale dell’azienda.

 
Deve assicurarsi di aver identificato tutti i rischi più significativi e l’impatto che questi possono avere sul raggiungimento degli obiettivi. In egual modo deve identificare tutte le possibili opportunità di crescita dell’organizzazione. Tutta la pianificazione deve basarsi sulla soddisfazione del cliente, che è un fattore fondamentale come abbiamo visto in un articolo precedente. Gli obiettivi dell’azienda devono essere allineati con la direzione strategica dell’azienda. L’Alta Direzione deve delegare la gestione di alcuni processi a persone di fiducia, e deve assicurarsi che i responsabili di ogni livello riescano a motivare le persone. Deve definire quali risorse deve fornire alle persone affinché riescano a lavorare nel migliore dei modi e ottenere risultati di valore. In tutti i casi l’Alta Direzione deve predisporre un metodo di misurazione delle performance dell’azienda e deve in prima persona monitorarne i risultati e valutarli. Il METODO ACTIVE prende in considerazione tutti questi aspetti e li integra in un modello organizzativo che non tralascia nulla.

 e sei interessato a conoscere il METODO ACTIVE in maniera più approfondita ti invito a visitare la pagina dedicata sul mio sito

 

CLICCA QUI

https://www.sistemi-iso.it/images/METODOACTIVE/Presentazione_Metodo_Active_2020_rev.0.pdf

 

 

Affinché il proprio Sistema di Gestione della Qualità abbia successo, il coinvolgimento dell’Alta Direzione è fondamentale. Se sei un imprenditore devi quindi mettere in campo le tue capacità di leadership nel migliore dei modi, migliorando la comunicazione tra i livelli e le funzioni della tua organizzazione, coordinando in maniera efficace i tuoi processi, monitorando costantemente i risultati e creando un gruppo che sia allineato verso gli obiettivi finali. Solo in questo modo avrai la certezza che i risultati attesi siano raggiunti e migliorati nel tempo.

 

 

Ti aspetto mercoledì prossimo per altri contenuti di valore e intanto ti auguro buon lavoro.

Alessandro

Ogni mercoledì pubblichiamo un articolo contenente elementi di valore per migliorare l’organizzazione della tua Azienda: non perderti questo appuntamento fisso,

seguici su  e su  o iscriviti alla nostra newsletter

https://www.sistemi-iso.it/contatti/news-letter.html

 

 

 Scarica qui il pdf dell'articolo: 

 

 

 

 

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
Prev Next

Cerca nel sito